Il rispetto dell´ambiente in Trentino è una filosofia di vita.
Delle quattro ruote si fa a meno in molte stazioni di sci, grazie agli ski bus gratuiti che fanno tappa davanti agli alberghi. Non solo. Da anni si costruisce sempre di più in materiali naturali, dal larice alla tonalite della Val di Genova , dagli intonaci a calce alla boiserie in rovere.

A Carano, in Val di Fiemme , dove è attivo il più grande impianto fotovoltaico d´Italia, l´emissione di Co2 è inferiore al resto del Paese.

Per salvaguardare il paesaggio, le attrezzature per le evoluzioni degli snowboarder sono create ogni inverno con la neve, senza strutture permanenti.

I boschi occupano la metà del territorio, le piste ciclabili collegano malghe e città in un percorso di 400 chilometri , mentre le montagne non sono state abbandonate come in altre regioni: il dieci per cento dei trentini vive infatti sopra i mille metri.

Il Trentino ha giocato d´anticipo anche per migliorare la qualità delle acque, promessa fatta dall´Italia all´UE entro il 2015.

I 15 maggiori fiumi sono già tutti promossi. Intanto, sulle rocce del Lagorai, si avvistano facilmente i camosci, nella foresta di Paneveggio le zampe dei cervi disegnano labirinti di tracce, nel Parco Naturale Adamello-Brenta è tornato un antico abitante, l´orso.

Se vieni a Carano puoi soggiornare in queste strutture

Vedi tutte le 21 strutture
Sporting Clubresidence
Sporting Clubresidence
Hotel Palù
Hotel Palù
Hotel Carpe Diem
Hotel Carpe Diem
Hotel Villa Stella
Hotel Villa Stella
Hotel Villa Miravalle
Hotel Villa Miravalle
Hotel Du Lac
Hotel Du Lac